Partita falsata a San Siro o grave sbaglio?

Un weekend segnato da clamorosi errori arbitrali.

L’attesissima Milan-Juventus non manca di spettacolo e di emozioni, probabilmente troppe. Gara caricata già in precedenza con affermazioni provocatorie di Conte e risposte altrettanto pungenti di Galliani. Tensione per entrambi i tecnici, agitazione e aggressività tra i giocatori e gravi errori della terna arbitrale. Il tutto sfociato in una “rissa” a fine partita. Questo è stato il big”match” di sabato tra le due squadre che guidano la classifica di serie A.

“Milan-Juventus non è stato uno spot a favore del calcio e del fairplay per come è nata, maturata e per quanto è accaduto dopo”. Queste le parole di Giancarlo Abete riguardo la gara di Sabato sera.

www.acmilan.com
www.acmilan.com

Un primo tempo di solo Milan, che si porta in vantaggio con un tiro di Nocerino al 15′. Il Milan preme cercando il raddoppio. L’episodio chiave arriva al 25′ quando Mexes schiaccia di testa verso Buffon, che compie un mezzo miracolo. Sulla respinta si avventa di testa Muntari. La palla varca evidentemente la linea, ma Buffon è abile a rimetterla subito in gioco. Tagliavento convalida la rete indicando il centro del campo, ma il suo assistente Romagnoli , in posizione migliore, gli comunica di far proseguire l’azione. Le proteste sono inevitabili, la panchina del Milan salta addosso al quarto uomo e Galliani dalle tribune si dirige negli spogliatoi furibondo. Questo è evidentemente il fatto che ha cambiato la partita. Il Milan si sarebbe portato sul 2-0 , risultato non impossibile, ma difficilmente recuperabile per gli uomini di Conte. Una svista inspiegabile quella di Romagnoli e non giustificabile in quanto si trovava in ottima posizione per valutare al meglio la situazione. Nel secondo tempo contestata anche la prima rete di Matri annullata per fuorigioco, che avrebbe consentito il pareggio bianconero, arrivato poi al minuto 83. Il gol fantasma di Muntari non assegnato e il fuorigioco inesistente di Matri, sono due errori dal peso differente. La valutazione di un fuorigioco è difficile a velocità normale. Capita spesso di giudicare regolare la posizione di un giocatore e  in realtà non lo è. In questo caso Matri era in gioco, ma è stato visto oltre la linea dei difensori. Un assistente di linea e l’arbitro stesso, possono non vedere un gol come quello di Muntari? Chiunque abbia visto la partita si è reso conto che la palla era ben oltre la linea di porta e senza alcun dubbio.

Nel 2012 si discute ancora di questi sbagli che si potrebbero evitare con la moviola in campo. Presidenti, allenatori e calciatori si lamentano di certe ingiustizie eppure non fanno nulla per migliorare la situazione. La prova Tv è utilizzata per sanzionare comportamenti scorretti sfuggiti all’arbitro, perchè non deve valere un metodo simile anche per le azioni di gioco? Si parla tanto di correttezza, di calcio “pulito”, di fairplay e poi non si prendono dei provvedimenti importanti per evitare che certi fatti accadano. Allora si potrebbe pensare che questi “errori” in realtà giovino a qualcuno, che non conviene disporre dell’aiuto delle tecnologie, anzi potrebbero essere un problema. Niente più scommesse, partite vendute o campionati rubati…insomma…niente più calcio.

 

 

Valutazioni arbitrali errate di questo fine settimana che hanno compromesso altre partite:

A Siena, l’arbitro Gava espelle Balzaretti dopo pochi minuti lasciando il Palermo in 10 uomini. Successivamente concede un rigore inesistente alla formazione di Sannino.

In Bologna-Udinese La Rocca e Mazzoleni pasticciano su un fallo commesso da Perez su Di Natale. L’attaccante dell’Udinese cade dentro l’area in seguito al contatto di Perez avvenuto però fuori area. Per il direttore di gara è rigore.

 

 

LEAVE A RESPONSE

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Questo sito fa uso di cookies. Leggi la nostra informativa sui cookies Maggiori Informazioni

Informativa Cookies
Con il presente documento, ai sensi degli artt. 13 e 122 del D. Lgs. 196/2003 (“codice privacy”), nonché in base a quanto previsto dal Provvedimento generale del Garante privacy dell’8 maggio 2014 comunichiamo che il presente sito www.footballteam-eshop.it, il cui titolare dei trattamenti è Andrea Santa Maria, Via Rubens, 26 - 20148 Milano, fa uso di cookies.

I cookies sono microfiles che vengono inviati dal sito al browser dell’utente e conservano informazioni che servono a migliorare l’esperienza di navigazione sul sito.
Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.

In particolare il nostro sito fa uso di Google Analytics per raccogliere in forma anonima informazioni statistiche sulle visite effettuate dagli utenti.

L’uso di tali cookies non richiede l’approvazione esplicita da parte dell’utente ma ne rendiamo nota tramite questa pagina di informativa estesa ai sensi della suddetta legge.

Disabilitazione dei cookie
– Fermo restando quanto sopra indicato in ordine ai cookie strettamente necessari alla navigazione, l’utente può eliminare gli altri cookie attraverso la funzionalità a tal fine messa a disposizione dal Titolare tramite la presente informativa oppure direttamente tramite il proprio browser.
Ciascun browser presenta procedure diverse per la gestione delle impostazioni. L’utente può ottenere istruzioni specifiche attraverso i link sottostanti.
Microsoft Windows Explorer
Google Chrome
Mozilla Firefox
Apple Safari
– La disattivazione dei cookie di terze parti è inoltre possibile attraverso le modalità rese disponibili direttamente dalla società terza titolare per detto trattamento, come indicato ai link riportati nel paragrafo “cookie di terze parti”
– Per avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente si rinvia al link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte

Come disabilitare i cookie di servizi di terzi

Servizi di Google
Facebook
Twitter


Questa pagina è visibile, mediante link in calce in tutte le pagine del Sito ai sensi dell’art. 122 secondo comma del D.lgs. 196/2003 e a seguito delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.126 del 3 giugno 2014 e relativo registro dei provvedimenti n.229 dell’8 maggio 2014.

Siti Web di terze parti
Il presente sito contiene collegamenti ad altri siti Web che dispongono di una propria informativa sulla privacy. Queste informative sulla privacy possono essere diverse da quella adottata dal Titolare, che quindi non risponde per Siti di terze parti.

Ai sensi dell'art. 122 secondo comma del D.lgs. 196/2003 il consenso all'utilizzo di tali cookie è espresso dall'interessato mediante il settaggio individuale che ha scelto liberamente per il browser utilizzato per la navigazione nel sito, ferma restando la facoltà dell'utente di comunicare in ogni momento al Titolare del trattamento la propria volontà in merito ad dati gestiti per il tramite dei cookie che il browser stesso abbia accettato.

Chiudi