Presentazione Milan School Cup

Milano, 14 Marzo 2012 – Football Team in qualità di Sponsor della Milan School Cup ha presenziato alla conferenza stampa presso il Centro Sportivo “M.Casadei”. La conferenza ha avuto come obiettivo quello di illustrare agli ospiti il grande torneo giovanile organizzato dall’AC Milan e dalla Polisportiva Cimiano che si svolgerà dal 24 Marzo al 26 Maggio.

A commentare e promuovere l’iniziativa Arrigo Sacchi, Coordinatore FIGC delle Nazionali Giovanili, Filippo Galli, Responsabile del Settore Giovanile AC Milan, Mauro Tavola, Direttore delle vendite del Milan, Agostino Malavasi, presidente Pol.Cimiano, Don Gino Rigoldi, Presidente di Comunità Nuova e il giornalista Tiziano Crudeli che ha condotto e moderato la conferenza.

Per la settima edizione della Milan School Cup gli organizzatori Tavola e Galli prevedono circa 120 squadre con centinaia di bambini che si affronteranno in divertenti partite di calcio a 5. Mauro Tavola con l’appoggio di Tiziano Crudeli ha anche spiegato che i ragazzi si sfideranno, non solo sul campo, ma anche sul piano dell’immaginazione. Infatti è’ previsto un concorso di disegno in cui ogni ragazzo dovrà immaginare un proprio pallone e rappresentarlo. Sarà compito di una commissione esperta valutare e premiare il miglior elaborato. Tentativo di avvicinare il “mondo dello sport”, in Italia spesso messo in secondo piano, a quello “dell’istruzione” troppo lontana e non conforme ai canoni mondiali. Interessante il comunicato stampa del Ministero dell’Istruzione letto in conferenza da Tiziano Crudeli a sottolineare l’intervento del Ministro dell’Istruzione Franco Profumo riguardo l’importanza dell’attività sportiva nella didattica e della “cultura alla sportività”. A seguire il discorso di F.Galli che ha spiegato e raccontato in breve com’è nato il Progetto Giovani. Nel 1996 venne organizzato un torneo a “Dallas” che raggruppava ragazzi di ogni nazionalità. Giocavano nei parchi della città con campi regolari creati per l’occasione. ”Da quel momento ho sempre sperato di poter trasportare quell’esperienza in Italia” ha commentato F.Galli “tra il 1997 e il 1998 nasce il progetto giovani”. L’obiettivo di tale progetto è divertire educando, insegnando ai ragazzi i valori del calcio o dello sport in generale, perchè come ha evidenziato Don Gino Rigoldi ”lo sport è un’impresa di valori, è una risorsa e bisogna investire”. Non è un investimento dal quale si traggono vantaggi economici, non produce nulla di materiale, non ha profitto, ma diventa fondamentale per la cura della persona e nello specifico nella crescita e formazione dei giovani.
Dopo aver trattato l’aspetto più etico della manifestazione, si è giunti a un discorso globale sul mondo del calcio in Italia, sul settore giovanile e sui calciatori. A.Sacchi a riguardo ha fatto un’analisi “storica”, tecnica e antropologica molto interessante e reale, partendo da due considerazioni, causa del modo di vedere e di interpretare il calcio in Italia. La prima è che l’Italia è un paese vecchio, non c’è fiducia nei giovani e dunque non c’è investimento su di loro. Su questo punto F.Galli è intervenuto sostenendo che la poca considerazione dei giovani, è forse dovuta al fatto che il campionato Primavera NON PREPARA al salto di qualità. Si è affrontata, in breve, anche la questione dei Settori Giovanili. La mancanza di strutture, di istruttori e di un progetto uniforme che si mantenga in tutte le categorie. La seconda considerazione di A.Sacchi è stata di carattere storico-sociale, affermando che il calcio per gli italiani non è uno sport. Lo ha definito infatti ” una rivendicazione sociale nei confronti delle altre nazioni”. L’Italia attraverso il calcio ha sempre cercato di farsi rispettare e di sentirsi come le altre nazioni. Non è un caso che la Nazionale abbia vinto nei momenti più difficili del nostro Paese. L’ultimo mondiale vinto è quello del 2006 in seguito allo scandalo di “Calciopoli”. Anche il modo di giocare, “all’italiana” è specchio della nostra più recente storia. Una nazione sempre dominata, impaurita da possibili cambiamenti e sempre con l’idea di “fregare” lo stato.

“Un gioco difensivo in attesa dell’errore avversario e che ha fatto della furbizia un’arte, quando la furbizia è l’anticamera della disonestà.” A. Sacchi

A.Sacchi ha anche sottolineato il fatto che il calcio non deve essere un mezzo per arrivare ai soldi e al successo, ma è uno sport che deve essere praticato con il giusto spirito nell’ambiente adatto. E’ necessario vedere il calcio come uno sport di squadra e non come uno sport individuale altrimenti non evolverà mai. Un giocatore deve cercare l’eccellenza e il perfezionismo, ma non deve dimenticare che gioca per la squadra e non per sé stesso. Fondamentale la persona che deve avere amore per lo sport che pratica, entusiasmo, altruismo, lealtà e chiaramente anche attitudini individuali come tecnica e tattica. “Mi è stato detto” ha commentato Sacchi “che un giocatore potrebbe essere anche un delinquente, basta che sappia giocare a pallone…” e poi ha dissentito: “e no…i delinquenti lasciamoli agli altri, noi vogliamo ragazzi sani che giocano a calcio!”

LEAVE A RESPONSE

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Questo sito fa uso di cookies. Leggi la nostra informativa sui cookies Maggiori Informazioni

Informativa Cookies
Con il presente documento, ai sensi degli artt. 13 e 122 del D. Lgs. 196/2003 (“codice privacy”), nonché in base a quanto previsto dal Provvedimento generale del Garante privacy dell’8 maggio 2014 comunichiamo che il presente sito www.footballteam-eshop.it, il cui titolare dei trattamenti è Andrea Santa Maria, Via Rubens, 26 - 20148 Milano, fa uso di cookies.

I cookies sono microfiles che vengono inviati dal sito al browser dell’utente e conservano informazioni che servono a migliorare l’esperienza di navigazione sul sito.
Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.

In particolare il nostro sito fa uso di Google Analytics per raccogliere in forma anonima informazioni statistiche sulle visite effettuate dagli utenti.

L’uso di tali cookies non richiede l’approvazione esplicita da parte dell’utente ma ne rendiamo nota tramite questa pagina di informativa estesa ai sensi della suddetta legge.

Disabilitazione dei cookie
– Fermo restando quanto sopra indicato in ordine ai cookie strettamente necessari alla navigazione, l’utente può eliminare gli altri cookie attraverso la funzionalità a tal fine messa a disposizione dal Titolare tramite la presente informativa oppure direttamente tramite il proprio browser.
Ciascun browser presenta procedure diverse per la gestione delle impostazioni. L’utente può ottenere istruzioni specifiche attraverso i link sottostanti.
Microsoft Windows Explorer
Google Chrome
Mozilla Firefox
Apple Safari
– La disattivazione dei cookie di terze parti è inoltre possibile attraverso le modalità rese disponibili direttamente dalla società terza titolare per detto trattamento, come indicato ai link riportati nel paragrafo “cookie di terze parti”
– Per avere informazioni sui cookie archiviati sul proprio terminale e disattivarli singolarmente si rinvia al link: http://www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte

Come disabilitare i cookie di servizi di terzi

Servizi di Google
Facebook
Twitter


Questa pagina è visibile, mediante link in calce in tutte le pagine del Sito ai sensi dell’art. 122 secondo comma del D.lgs. 196/2003 e a seguito delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.126 del 3 giugno 2014 e relativo registro dei provvedimenti n.229 dell’8 maggio 2014.

Siti Web di terze parti
Il presente sito contiene collegamenti ad altri siti Web che dispongono di una propria informativa sulla privacy. Queste informative sulla privacy possono essere diverse da quella adottata dal Titolare, che quindi non risponde per Siti di terze parti.

Ai sensi dell'art. 122 secondo comma del D.lgs. 196/2003 il consenso all'utilizzo di tali cookie è espresso dall'interessato mediante il settaggio individuale che ha scelto liberamente per il browser utilizzato per la navigazione nel sito, ferma restando la facoltà dell'utente di comunicare in ogni momento al Titolare del trattamento la propria volontà in merito ad dati gestiti per il tramite dei cookie che il browser stesso abbia accettato.

Chiudi